Tu che leggi il giornale...

Ehi, tu che leggi il giornale, innanzitutto grazie, perché ti stai interessando al nostro lavoro, ma hai idea di quel che comporta darti la possibilità di apprendere notizie riguardanti la scuola e gli eventi che avvengono a Piacenza? Ti spiegherò in poche parole il funzionamento del Buco.


Per prima cosa noi tutti (insegnanti, caporedattore, redattori, fotografi, grafici) ci dobbiamo riunire per decidere insieme i temi degli articoli, poi veniamo sguinzagliati per documentarci e fare interviste.

Gli articoli corretti vengono impaginati dai grafici insieme alle foto. Infine il Buco viene spedito in copisteria per la stampa. Quest’ultimo passaggio è fondamentale, e non è merito solo della redazione se può avvenire. Infatti noi ci autofinanziamo: quando viene comprata una copia del Buco i soldi ricavati migliorano gli strumenti su cui lavoriamo; tutto il Respighi, dunque, collabora all'uscita del giornale. Purtroppo però, in tutto il mondo, la carta stampata, sostituita dal digitale, sta perdendo sostenitori.


Cosa succederebbe, quindi, se d’un tratto nessuno comprasse più il Buco? Scompariremmo del tutto?


Per rispondere in modo adeguato ecco un esempio legato all’evoluzione della specie: prima dell’Ottocento si sosteneva una teoria detta “fissismo”, formulata da Aristotele, secondo cui una qualsiasi specie non può mutare nell’arco del tempo. Poi, nel diciannovesimo secolo, arrivò Darwin con la sua teoria della selezione naturale, dimostrando che le specie si evolvono attraverso il tempo per sopravvivere ai mutamenti dell’ambiente. Proprio come la giraffa, nel tempo, ha sviluppato un collo sempre più lungo per raggiungere le foglie dei rami più alti, la nostra redazione si sta modificando per far fronte alla concorrenza offerta dalla rete.



Da diversi anni il Buco è presente anche online con un sito dove si avvicendano servizi legati ai principali avvenimenti del nostro liceo.


L’augurio è che i lettori del Buco cartaceo non diminuiscano:

uscire dallo schermo dello smartphone ed avere parole ed immagini fra le mani è un’esperienza insolita, ormai!


Eleonora Cotti



  • Black Facebook Icon
  • Black Twitter Icon
  • Black Pinterest Icon
  • Black Flickr Icon
  • Black Instagram Icon

© 2018 Site made by Liceo Respighi, Piacenza. All rights are reserved