La RespoDAD che divide

Durante tutta la parte dell’anno scorso abbiamo affrontato la didattica distanza , un mondo nuovo sia per noi studenti che per i professori. Devo dire che all’inizio è stato un po’ difficile abituarsi però con il passare dei giorni é diventavo sempre più semplice fare lezione. Quest’anno la nostra scuola ha deciso di integrare la didattica a distanza con le lezioni in presenza. Io ad essere sincera non sono tanto contenta di questa scelta perché comunque il giorno in cui stai a casa é molto difficile seguire le lezione e molto spesso sia per problemi tecnici che per altri motivi non si sente bene la spiegazione e la voce dell’insegnante sparisce del tutto. Secondo me sono meglio le lezioni in presenza perché comunque si riesce ad interagire meglio con la classe e con il docente, inoltre é anche più semplice stare attenti alla lezione perché anche se si è molto concentrati a casa ci sono molte più distrazioni che a scuola. Disapprovo anche questa scelta per il semplice motivo che a scuola ci si confronta con i compagni e comunque si è se pre insieme a delle persone, ovviamente esterne alla tua famiglia, mentre a casa si é soli senza nessuno con cui poter magari confrontarsi ad esempio per un esercizio di matematica. Devo dire che ci sono anche dei pregi sulle lezioni online, esse ti responsabilizzano perché sei tu studente che devi stare attento senza distrarti e senza accendere l’iPad con la lezione e poi ritornare a letto a dormire. Penso che più si va avanti e più la didattica a distanza migliorerà però ora come ora a parer mio é impensabile fare lezione online, in futuro migliorando potranno servire però io penso lo stesso che la scuola serva anche a farti stare insieme a persone diverse e relazionare con esse perché soprattutto nella nostra società che é molto legata agli apparecchi elettronici la scuola in se come istituto serve per farci crescere. Molti adolescenti preferiscono fare scuola online perché secondo Loro é più semplice parlare davanti a uno schermo piuttosto che davanti a persone reali. La didattica a distanza ci fa perdere le relazioni con la gente, non ci permettere di confrontarci con le altre persone, non ci permette di affrontare i nostri problemi e in questo momento non ci permette tanto di capire. Per questo motivo io preferisco la lezione frontale in classe .


Annapaola Losi, 3F


20 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Vita offesa